La Filosofia del Settore Giovanile

Come ogni buona società che intenda costruire una buona struttura di scuola calcio in questo periodo è sempre più importante avere un indirizzo programmatico sul quale progettare il settore  giovanile anche perchè pensiamo che procedere  senza  obiettivi,  senza  una  meta  e  senza  mezzi  idonei  sarebbe  deleterio  oltre  che  dispersivo per i nostri ragazzi, per cui anche noi cerchiamo di affidarci ad un progetto tecnico, sicuramente ambizioso ma aperto ancora a nuove metodologie, sia per la crescita dei nostri istruttori che per un potenziamento tecnico ed educativo dei nostri giovani atleti.

Per noi l’organizzazione  del  settore  giovanile  riveste  vitale  importanza  per la  vita  della nostra  società,  perché consente  di  fronteggiare  tempestivamente  le  problematiche  che  si  presentano  nel  corso  della stagione e l’impegno  che ci mettiamo nei  confronti  dell’attività  di  base  e  delle  squadre  giovanili,  per noi vuol dire formare giocatori di alto livello oltre che a ragazzi con caratteri tecnico educativi adeguati sia al mondo dello sport che sociali.

Senza dimostrare di essere troppo ambiziosi la politica del nostro settore giovanile si prefigge di raggiungere determinati obbiettivi quali l’elaborazione di un progetto altamente professionale per un rapido processo di sviluppo del calcio giovanile, lo stabilire una metodologia per la formazione degli allenatori, il favorire lo scambio di esperienze e di conoscenze tra gli allenatori attraverso corsi di aggiornamento o incontri programmati con altre realtà, cercare di stabilire una didattica e una metodologia di lavoro che accomuni tutto il settore giovanile; punti fermi che cerchiamo di portare avanti con ovviamente tutte le problematiche del caso, ma che sicuramente non ci scoraggiano perché l’intento è sempre quello di cercare di formare il calciatore per le squadre regionali (sempre raggiunto negli ultimi anni), il raggiungimento di un obbiettivo tecnico e tattico attraverso lo sviluppo di un programma necessario a l’insegnamento della Tecnica calcistica in tutte le sue componenti tecniche. Il nostro progetto tecnico educativo, fondamentalmente, è basato su una mentalità solidale dove prima squadra e settore giovanile fanno parte di un’unica grande squadra, formata da persone che cooperano per scopi comuni e che hanno la stessa visione dello sport, visto come un’attività non fine a se stessa ma come un mezzo di crescita e di sviluppo personale e sociale; per noi il lavoro svolto è impostato      sulle attenzioni rivolte sia alle persone che ai giocatori, ai gruppi che alle squadre, al percorso educativo che al campionato ed ai risultati, alla società che alla disciplina sportiva. La capacità di adottare dei metodi d’insegnamento, che facciano della ricerca della performance, è la conseguenza di uno sviluppo equilibrato della persona, possono sembrare frasi fatte e spesso riscritte ma è per questo motivo che la nostra società vuole essere improntata su uno sport educativo, uno sport fine a se stesso, dove la classifica e il risultato possono sembrare la cosa più importante ma che fornisce ai ragazzi deboli motivazioni momentanee e non una passione duratura, uno sport che non ha per obiettivo esclusivamente il risultato visto come vittoria ma che mira a far crescere e a formare e la differenza sta proprio nelle modalità con cui lo si affronta, nei sistemi con cui lo si organizza e nei metodi d’insegnamento che si adottano. 

 

Maggio Elia

RSGS Asd Città di Baveno